Homepage

La politica si è interessata a me a sei anni, cioè quando il mio babbo mi iscrisse nel 1942 a prima elementare: omise di iscrivermi a figlio della Lupa e la maestra, Figlia di Mussolini, mi bocciò.

Nel 1947, e per solo tale anno, la cognata del babbo si iscrisse al p.c.i.
e per la seconda volta la politica si interessò a me iscrivendomi nel casellario politico, distrutto nel 1966 dell’allora funzionario del ministro degli interni Vincenzo Parisi poi nominato a capo della Polizia. Così l’unico posto fisso fu acquisito vincendo un concorso pubblico nelle F.S. e fui assunto nel 1960 a Fortezza in Alto Adige.

La politica si è interessata a me, di recente, con due sentenze della Corte Costituzionale, la prima favorevole perché presa in forza della legittimità costituzionale, la seconda presa su aspetti finanziari di puro merito
politico finanziario di competenza governativa. Ovvero con la riduzione al solo 10% per l’adeguamento al costo della vita della mia pensione di ferroviere, al netto delle imposte di poco superiore a 1700€ mensili.
Mentre riserva gli aumenti pieni a coloro i quali, quando erano in servizio, non interessò la carriera perché questa significava trasferimenti propri e della famiglia in una settore di lavoro ferroviario ove non era assegnabile l’alloggio di servizio.

Questo mancato aumento mortifica e riduce quella fonte di entrate che necessitano a persone con invalidità motoria, come del mio caso, dal 67 al 99% tanto da non permettersi, in circostanze di peggioramento, il servizio di badanti. Questa preoccupazione si aggiunge a quella della politica della banca europea, che immettendo moneta sul mercato, spinge l’inflazione al 2% annuo. Mentre già per il 2018 sono in aumento del 5% sia l’energia elettrica sia il metano, nonché tutte le imposte e tasse di cui queste erogazioni.

La prima laurea in Economia e Commercio è datata 09 luglio 1969 con 86/110, senza frequentare. Per me significò realizzare l’impresa di raggiungere la luna 10 giorni prima degli astronauti americani con la navicella apollo.
Dopo quaranta anni nel 2009 essendo invalido 67-99%, ho frequentato esente tasse Scienze Comunicazioni, terminata 2012 con 95 su 110. Infine nel 2014 termino Antropologia scrittura per immagini con 106 su 110. I miei pensieri sono sempre più spesso rivolti all’econimia finanziaria che ha sottomesso ed alterato l’economia reale..i miei pensieri e gli studi.

Aggiungo il mio testamento biologico in caso non sia in condizioni di intendere e di volere: “Lasciate che torni al Padre mio” e i miei resti bruciati e le ceneri disperse. Ai miei figli in ricordo le miei laure: Claudio E.C.; Marco Comunicazioni; Luca Antropologia. F.to Antonello Cini

categorie

sono gravate.