Stage universitario e servizio civile pro covid-19

In tutti gli articoli e comunicati stampa sui giornali, televisivi come tg talk show sono evidenziate le carenze del personale per affrontare il covid 19.
Il Italia abbiamo due settori riservati ai giovani per fare tirocinio il servizio civile.
Servizio civile:

Lo stage universitario.

La mia proposta sarebbe quella di assemblare, in occasione del covid 19, queste due opportunita’ per i giovani.

Qualora un bando cosi’ combinato andasse deserto, arruolare questo personale in servizio di leva obbligatorio attualmente sospeso. Tutto questo perche’ il covid-19 ci ha dichiarato una guerra senza quartiere

Gli studenti universitari assicurati inail, come bacino di competenze, ma con un periodo di stage breve di pochi mesi e senza retribuzione. Mentre il servizio civile e’ rivolto a tutti i giovani con un periodo di ferma annuale , sia pure sottoposti ad esame e relative graduatorie, ma senza competenze specifiche e retribuiti con 400 500 € mensili.
Ora avendo queste due iniziative a livello pubblico sarebbe possibile fonderle in modo da recuperare quel personale, addestrabile in tempi sicuramente brevi, per far pronte a questa emergenza?

Questi gli estremi dell’invio per pec all’indirizzo protezione civile. La quale il giorno 24 ottobre emana un bando per reclutare personale per ricoprire il fabbisogno di appena tre regioni come campania toscana e lombardia. Anche le regioni aventi staziamenti per circa 6000 posti di emergenza covid-19 solo circa 300 ne hanno realizzati in 6 mesi. Occorre una profonda riflessione per riorganizzare il ssn affinche’ non si paralizzi.

Autore: wp_1401834

Notizie biografiche sulla pagina del sito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *