Giornata internazionale disabilita’ 19/12/03

Ls giornata della disabilità fu istituita nel 1982 dall’Onu. In Italia 1.300.000 attendono di essere chiamati per nome per avere quello che loro spetta

Diversamente abile

Ieri in Italia col presidente della Repubblica.

Ieri col Papa

Ieri in facebook

\

Giornata mondiale 2019 contro aids. Oggi domenica 1. dicembre

Giornata mondiale 2019 contro aids

È molto importante conoscere l’hiv aids che ha portato alla morte molte persone nel mondo

Oggi i farmaci hanno ridotto i decessi ma le persone infettate continuano a vivere se prendono i farmaci antivirali.

Per aver avuto lo herpes zoster ho dovuto somministrarmi un antivirale dal cui “bugiardino” appresi che era indicato per curare l’aids. Io con una terapia di una settimana ne uscii mentre per l’aids doveva essere preso per tutta la vita.

La gionata mondiale contro l’aids deve ricordare specie ai giovani “meglio prevenire che curare” e se del caso “andare in tempo” ai centri per diagnosi.

Il carrello della spesa per contrastare il cancro. Mese dicembre 2019. Oggi 30 nov. 3019 colletta del banco alimentare.

Storia del carrello della spesa

Da oggi 1 dicembre al 31 il carrello della spesa può contribuire a combattere il cancro.

Oggi vi è anche l’inziativa in tutta Italia della colletta del banco alimentare a beneficio di un milione e mezzo di famiglie in difficoltà.

Nuova Commissione Europea e l’evasione fiscale

La rissa in parlamento per il pacchetto salva stati probabilmente non ci sarebbe stata se l’Italia non fosse un paese a rischio. Il debito ormai è stato fatto e pagarne gli interessi annuali costa più di due finanziarie da trenta miliardi e la sua tendenza continua ad aumentare se i finanziamenti statali continueranno ad essere in deficit. Cosa che potrebbe essere eliminata, stante il pagamento degli interessi, se lo Stato entrasse in possesso di solo un terzo delle evasioni stimate in cento miliardi annui.

In sostanza l’Europa non dovrebbe solo fare rilevazioni ma intervenire con proprie delibere

Il primo dicembre si insedia la nuova commissione europea Sembra che per le imprese Web ci sia la soluzione. Mentre per i grandi evasori italiani l’Europa può essere di notevole aiuto. Gentiloni pensaci tu

Fine vita sentenza Consulta 22 novembre 2019

Nell’aula magna unisi nel 2017 in ricordo del prof. Barni si è parlato di fine vita. A fronte di uno Stato laico non può essere imposto a tutti il pensiero cattolico in merito. In diverse strutture ospedaliere ci sono già dei protocolli sanitari per il P.E.G.

Per quanto concerne il protocollo sanitario se interessati consiglio la consultazione del “NUTRIZIONE_ARTIFICIALE-versione_2015.pdf
Nutrizione artificiale tramite il p.e.g.”, non è possibile indicare il link perché trattasi di formato pdf.

Al riguardo la Consulta con la pubblicazione delle motivazioni della sentenza ha posto altro tassello sul fine vita, nel caso ha confermato per i medici la libertà di coscienza, cosa che non avrebbe potuto fare a meno per le pronunce sull’aborto.
Ora il ministro della sanità dovrà rendere questa sentenza operativa .
Di fronte ad assenze di interventi legislativi la Consulta per il caso di Cappato auto denunciatisi ha dovuto intervenire.

Giornata contro la violenza maschile 25 novembre 2019.

Le donne in piazza contro le violenze maschili. Al grido Nonunadimeno
Anche se sono incomprensibili le violenze contro le compagne dei maschi. Le uccisioni, di cui i media ci informano tutti i giorni, sono ormai incontenibili.
Perché non intraprendere una educazione scolastica fin dalle medie sia inferiori sia superiori?
Poi l’invito alle donne a segnalare alle autorità di polizia qualsiasi minaccia di violenza da parte del compagno, per interventi tempestivi, allo scopo di prevenire che alle minacce possano seguire azioni delittuose.

Trentesima giornata annuale dell’infanzia del 20 novembre 2019

Il giorno 15 novembre la giornata dei neonati prematuri. Le attenzioni ospedaliere in queste circostanze sono eccezionali, ma poi mancano gli asili nido.
Il 20 novembre ricorre la trentesima gionata mondiale dell’infanzia.
In Italia non c’è tanto da gioire per le sorti dell’infanzia.
Save the children ha presentato un rapporto ove fra le altre mancanze in Italia vi sono un milione di bambini in povertà.

Perché non ascoltare le sardine di Bologna e Modena?

Le “sardine” di Bologna e Modena, occorre approfondire per conoscere. I nominativi ci sono. Mi sembra che ai soliti salotti politici di talk show ne abbiamo sentiti solo uno intervistato sulla tv La7 oggi 19 novembre dalla Sardoni ad Omnibus. Da parte di un partecipante politico alla riunione sono rivolte alla “sardina” presente domande per quale partito avevano da portare avanti la protesta. Avendo avuto risposta negativa incalza chedendo le proposte di questi giovani.

Benché non vi avessi partecipato di persona, in quanto sposato con due figli e perché lavoravo allora a Viareggio, mi trovai quindi per caso alla contestazione studentesca del febbraio 1967 in Sapienza.

Quella volta l’accesso mi venne impedito dagli studenti. Ma io che ero fuori corso dopo aver sostenuto tutti gli esami, dovevo spesso contattare il prof. Panettoni per la tesi. A lui mi ero rivolto perché il più disponibile a ricevere gli studenti. Altri non erano disponibili a concedere appelli o a ricevere gli studenti. Spesso nei giorni di ricevimento non si trovava alcun chiarimento perché il professore non fosse stato presente.
Fu una forma forte di contestazione a questo stato di cose.

Le proposte vennero dopo la contestazione del 67/68. A torto o a ragione vennero dopo, con successive implicazioni negli anni avvenire.

Perché la signora Sardoni non li invita tutti e 4 assieme ad altri 4 suoi colleghi giornalisti per sentire questi giovani che tramite i social hanno riempito le piazze a Bologna e Modena?

Smentisco la fake news che i partecipanti siano stati pagati. Se un partito per Bologna avesse assegnato a 15.000 partecipanti un € avrebbe speso = 15.000€. Se fossere scesi in piazza per 100€ ciascuno la spesa sarebbe di 1.500.000€ . Credete che sia stato possibile.?

Governi per la decisione di non decidere

Ora il goveno italiano ha raggiunto il limite per la mancata decisione a livello politico, affidandosi ad una sentenza esecutiva dopo i tre gradi di giudizio della magistratura . Lo descrive bene in suo articolo Antonio Polito.

Il governo si trova nella condizione di convenuto per l’azione intrapresa da Mittal per aver tolto lo scudo penale, anche se, essendo la responsabilità personale e non pregressa. Probabilmente è ritenuta utile se per il risanamento si vanno a rimuovere di fatto situazioni pregresse e richieste da essere messe a norma dalla magistratura. Riferimento chiaro al forno numero due.

Rimane il fatto di dover concordare con Polito riguardo alla politica di voler rimandare le decisioni alla Magistratura. La ex Ilva è già giunta al capolinea se si spengono gli altiforni. Non vi è altra alternativa per eliminare la chiusura di venire incontro alle condizioni della Mittal con la quale a torto o a ragione esiste un contratto che non può essere variato solo dalla parte governativa. La decisione di non decidere si ha sia per utilizzare il capo del governo come avvocato, come già detto da convenuto, o per incaricare l’avvocato a capo del governo per seguire l’azione presentata al tribunale di Milano dai commissari tuttora in carica.