Nuova Commissione Europea e l’evasione fiscale

La rissa in parlamento per il pacchetto salva stati probabilmente non ci sarebbe stata se l’Italia non fosse un paese a rischio. Il debito ormai è stato fatto e pagarne gli interessi annuali costa più di due finanziarie da trenta miliardi e la sua tendenza continua ad aumentare se i finanziamenti statali continueranno ad essere in deficit. Cosa che potrebbe essere eliminata, stante il pagamento degli interessi, se lo Stato entrasse in possesso di solo un terzo delle evasioni stimate in cento miliardi annui.

In sostanza l’Europa non dovrebbe solo fare rilevazioni ma intervenire con proprie delibere

Il primo dicembre si insedia la nuova commissione europea Sembra che per le imprese Web ci sia la soluzione. Mentre per i grandi evasori italiani l’Europa può essere di notevole aiuto. Gentiloni pensaci tu

Tutti i partiti cercano i voti al centro: Quelli dell’uomo medio

Quando penso ai consensi dei populisti per Di Maio, Salvini, Meloni ed ora ci pensa anche Renzi a prendere i consensi al centro. Così a maggior ragione non credete che provengano dall’uomo medio. Come la pensava Pasolini ?

Sant’Anna di Stazzema: “Chi dimentica è più debole”

Sant’Anna di Stazzema, Mattarella: ‘Chi dimentica è più debole’

Il capo dello Stato invia un messaggio in occasione dei 75 anni della strage nazista.

“Il 75/o anniversario dell’atroce eccidio di Sant’Anna di Stazzema (Lucca) è giorno solenne di raccoglimento e di memoria. In quel terribile 12 agosto 1944 furono massacrate 560 persone inermi, tra queste 130 bambini: non dovrà mai essere dimenticato quanto è accaduto perché chi dimentica è più debole, più esposto ai pericoli che intolleranza, ostilità, violenza ripropongono”. Così il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio per il 75/mo della strage. “Sono esemplari la tenacia e la forza morale con cui la comunità di Sant’Anna ha saputo tenere vivo il ricordo, trasmetterlo ai più giovani, trasformare quella ferita profonda in un impegno di ricostruzione, di convivenza, di sviluppo democratico. E’ questo lo spirito che ha animato l’Italia della Liberazione, della Costituzione, dell’affermazione dei diritti inviolabili. E’ lo spirito dei fondatori dell’unità europea”, “di quei valori abbiamo sempre bisogno, oggi come allora” ha scritto sempre Mattarella.

Banca d’Italia bilancio di fine anno.

Banca d’Italia bilancio di fine anno. Senza cifre perché?

Non importano tanto le cifre, che fra l’altro non si trovano sui media in quanto la banca non può più fare politica da quando l’Italia ha lasciato la lira a favore dell’€, ma quanto riportano i media del discorso di Visco, che non può essere né diverso né contrario alle note del bilancio della BCE. Quindi Visco non è che un megafono per stasare le orecchie agli italiani e ai loro governanti  delegati con il voto come loro amministratori.

Quindi le parole no a “disavanzo eccessivo, controproducente e poco efficace aumentare il deficit” restano avvisi come quelli ai pedoni di attraversare le strade sulle strisce. E continua: non bisogna “addossare all’Europa la colpa” per il “disagio”. Il governatore avverte quindi che non bisogna considerare l’UE un “avversario” perché senza diventeremmo “più poveri”.
In sintesi per l’Europa non solo non proporre modifiche ma anche moderare i toni!
Nessuna parola sullo spread né sull’evasione fiscale. Non si comprende, perché non spiegato, il modo in cui rivolgersi all’Europa.

Il governatore propone invece un Fondo europeo per il rimborso del debito, finanziato con risorse vincolate dei Paesi che vi partecipano. Una sorta di “assicurazione sovrannazionale” che garantisca il rispetto delle regole europee per il rientro del debito ed il rispetto dei parametri del Patto di stabilità.

Interessante è l’esame delle notizie sulle remunerazioni dei banchieri nazionali, dell’Europa e degli Usa, in cui si rileva che la remunerazione è inversamente proporzionale alle responsabilità.
Quindi perché l’Europa non invia delle lettere per non premiare con “eccessiva retribuzione” chi ha solo la funzione di ripetere fino
alla nausea le direttive europee sul bilancio, senza peraltro impegnarsi a provvedimenti sulla riduzione del debito pubblico e per neutralizzare i danni dello spread sullo stesso?
Cosa che ci impegniamo a proporre su questo blog direttamente al Presidente della Repubblica in quanto ne tenga conto come compito prioritario in caso di incarico a seguito della prossima crisi governativa.

19_05_29_Grana padano, FCA, Mercatone uno.

Ennesima acquisizione di un prodotto alimentare dop italiano da parte del capitale francese.

Tutto questo perché da parte dei governi italiani non è mai stato attivato alcun accorgimento per difendere le produzioni nostrane dall’essere espiantate dall’Italia. Sì, è ora di finirla di portare all’estero il made in Italy. Perché ci stanno allora i brevetti? Il fallimento della Mercatone uno è legato alla impossibilità dei consumatori italiani di fare acquisti in beni durevoli come mobili. I giovani non hanno lavoro e se lo hanno è a tempo determinato con impossibilità di accedere al credito. Da un anno a questa parte la situazione non è cambiata, i libri contabili della Mercatone sono in tribunale e 1800 dipendenti senza lavoro e anche senza ammortizzatori sociali stante l’istanza fallimentare.

La Fca è su un altro pianeta e con la Renault sta realizzando, case automobilistiche giapponesi già in accordi con la Renault
permettendo, la terza forza di produzione automobilistica a livello mondiale, riducendo assieme i costi della innovazione con il passaggio dai motori a scoppio ai motori elettrici per le auto.

Salvini ha stravinto in Italia le elezioni europee.

Salvini ha stravinto alle elezioni europee, ribaltando i consensi delle elezioni 4 marzo 2018, perché la posizione del 34%, avuta del m5s, ora è quella di Salvini mentre il m5s scende al 17%, ovvero alla posizione della Lega al momento di sottoscrivere il contratto di governo. Adesso il Contratto è come quello fra padrone e contadino; infatti, Salvini ha dato il tempo di trenta giorni per realizzare provvedimenti TAV, flat tax, autonomie regionali, sblocco cantieri.

In attesa della lettera d’infrazione per debito pubblico eccessivo da parte dell’UE Salvini si mette in contrasto con questa per allargare l’aumento del debito; stante le recenti elezioni, non avrà nell’UE una maggioranza che gli approverà “l’annacquamento del capitale europeo”, cosa che avviene nelle fusioni aziendali quando nella compagine c’è un’azienda che apporta rilevanti debiti.

Crociata sovranista indetta a Milano. Siamo tornati al “Dio lo vuole”?

Crociata sovranista indetta a Milano: Dio lo vuole?

Siamo tornati ai tempi delle crociate :

La storia si ripete, nel 2019 con Salvini,?

Cosa ne pensa la Chiesa nel 2019?

In Europa si debbono eleggere i candidati che sostengono

il clima. Cosa ne pensate dei 12 punti di Europa verde?

17 maggio 2019, giornata mondiale contro l’omofobia

Istituita dalla Comunità Europea nel 2007, il 17 maggio 2019 è la tredicesima giornata mondiale contro l’omofobia

Il recente congresso sulla famiglia di Verona ha riportato alla ribalta l’omofobia, stabilendo che la famiglia omosessuale non può avere figli. Quindi in realtà è la negazione della aggregazione familiare dei figli nella famiglia omosessuale; indipendentemente dal fatto che in questa famiglia ci sia quell’amore che ne leghi i componenti.

Europa quale?

Europa quale? A fronte della violazione di principi fondanti da parte Polonia, Ungheria e Romania come lo stato di diritto, l’indipendenza della magistratura e la messa in discussione del principio della solidarietà economico sociale, questi Paesi, per una legge europea approvata a gennaio, se non rispettano questi diritti non avranno più fondi europei. Importante dibattito per comprendere il sovranismo che mina la differenza fra cittadini italiani e cittadini di altri stati europei. Lo slogan sovranista è prima gli italiani. E’ della massima importanza comprendere questo sovranismo avvicinandosi al voto.

Quindi necessita una nuova sovranità europea necessaria per combattere sia la mafia sia il terrorismo.