Primo Maggio festa del Lavoro che non c’è.

Primo Maggio festa del Lavoro

Primo Maggio festa del lavoro: E’ proprio il lavoro che ha fatto festa per non essere presente per i lavoratori. Le cifre impietose dall’ISTAT:

Come si può guardare il solito bicchiere mezzo pieno per le cifre dell’ISTAT concernenti il primo trimestre 2019, il tasso d’occupazione sale al 58,9% ovvero su 100 persone ne lavorano 58 e 42 sono senza lavoro, mentre fra i giovani di età 15-24 anni senza lavoro sono il 30,2%,  ovvero fra 100 giovani 70 lavorano e 30 sono senza lavoro.

Per il lavoro che c’è, però, ci sono gli incidenti sul lavoro intollerabili afferma il presidente della Repubblica.

A parte i riders, fattorini consegne pasti ed altro a domicilio con biciclette ancora senza contratto, sono senza alcun diritto anche i lavoratori che hanno contratti a tempo determinato. I contratti dei lavoratori precari voluti dal jobs act di Renzi non assegnano la possibilità a tali lavoratori di accedere al credito bancario. Quindi programmarsi un futuro. Questa insicurezza di una persona s’inserisce nel contesto economico e così l’economia non decolla.  L’Italia produce per l’estero, sono i consumi che non fanno crescere il PIL. Come possono anche gli imprenditori lanciare sul mercato nuovi prodotti se non ci sono gli acquirenti? Gli acquirenti non ci sono perché o non hanno lavoro o, a quelli che lo hanno, il salario non consente di espandere gli acquisti. E’ utile ricordare che Henry Ford dopo avere assemblato in un garage le prime auto Ford, quando qualche anno dopo introdusse la catena di montaggio per avere acquirenti delle auto prodotte raddoppiò il salario in modo che i suoi dipendenti potessero comprare una sua auto di qualsiasi colore purché fosse nera.

Chi ha capitali non investe più alla maniera di un imprenditore? La risposta si ritrova nell’attività finanziaria di compravendita titoli affidata ad algoritmi con tanto di sistema per minimizzare i rischi che sarebbero elevati in un’attività economica produttiva. Così non si utilizzano nemmeno più gli impiegati, oltre che gli operai. I servizi sono gestiti da cooperative fasulle, i cui soci non si sono mai riuniti a nominare i loro amministratori, questi sono scritti direttamente sui libri amministrativi in ufficio da professionisti compiacenti.

PD e DEM hanno Zingaretti come nuovo segretario.

PD e DEM hanno Zingaretti come nuovo segretario

Non si può disconoscere l’evento, con tutte le perplessità di avere all’interno del partito quel Matteo Renzi che del partito si fece unico rappresentante: il jobs act, come altri suoi progetti, venne imposto senza una consultazione sindacale a mezzo della quale poteva avere una non incentivazione al lavoro a tempo determinato imponendo per legge, come Thatcher docet, una remunerazione maggiore per questa forma contrattuale.

Ancora, il referendum del 4 dicembre 2016 per il cambiamento della Costituzione e la semplificazione parlamentare, non vinse non tanto per la non condivisione della riforma, ma per esserci l’umo solo al comando o Matteo Renzi come presidente del consiglio. Lo stesso Renzi che per quattro anni ha governato con i voti di Alfano e del senatore Verdini, implicato in fallimenti bancari, con i suoi seguaci di Ala.

Zingaretti, il segretario nominato dai gazebo e non solo, sembra l’antitesi di Renzi cioè ascolta prima di decidere. Restano, e seri, dubbi perché il cambiamento dovrebbe avvenire dalle persone. Tante dovrebbero essere sostituite, così il PD potrebbe già presentarsi alle europee con la novità in grado fargli riguadagnare i voti necessari per riportarsi al governo. Martina aveva promesso il sindaco di Ancona in segreteria. Cosa farà Zingaretti?

Decreto dignità sul lavoro a tempo determinato

 

Decreto Di Maio: al lavoratore a tempo determinato manca ancora la dignità

Allo jobs act per rendere appetibile alle imprese, tenuto dell’abolizione art.18 licenziamenti per giusta causa, mancava quanto fece la Thatcher e vale a dire rendere al datore di lavoro più costoso il dipendente a  tempo determinato di quello a tempo indeterminato.  In tema di lavoro al lavoratore a tempo determinato manca ancora la dignità  per non avere accesso al credito bancario e che significa: Homo sine pecunia imago mortis. Peccato per il  tanto fumo e poco arrosto!

 

Caporalato e raccolta pomodori: 16 morti

Fra la tragedia di Marcinelle del 1956 per l’estrazione del carbone e quella di Foggia dei braccianti adibiti alla raccolta dei pomodori vi è un legame: il lavoro dell’uomo non conta davanti al profitto. A distanza di 62 anni ora come allora i lavoratori vivevano e vivono in ghetti.

Allora era di non elevare il prezzo del carbone fissato da accordi intergovernativi tra Belgio e Italia. Oggi a fissare il prezzo del pomodoro è la grande distribuzione addirittura con una doppia asta sui prodotti raccolti, la seconda al ribasso. Quindi una modalità efficace per tenere a bada i prezzi del barattolo di passata da inserire negli scaffali di vendita. I produttori a loro volta per non rimanere strangolati da questo doppio cappio della seconda asta al ribasso ricorrono a retribuire al minimo la mano d’opera. Normalmente siamo a conoscenza di come avvengono le aste e sono tutte al rialzo. Come è che queste dei pomodori sono al ribasso, non ci sono delle regole per le aste? Per quanto riguarda le giudiziarie vale l’aggiudicazione al miglior offerente:

Le cose da vendere si offrono singolarmente, oppure a lotti, per il prezzo base (di cui all’art. 535 c.p.c.) o, nel caso di vendita al II° incanto (art. 538 c.p.c.), al migliore offerente.
L’aggiudicazione avviene a favore del maggiore offerente allorché, dopo una duplice enunciazione del prezzo raggiunto, non è fatta una maggiore offerta.
L’aggiudicatario è tenuto, a norma dell’art. 540 c.p.c., a pagare immediatamente per contanti il prezzo. In caso di inadempienza (art. 540 c.p.c.) si procederà alla rivendita delle cose, mediante nuovo incanto, a spese e sotto la responsabilità dell’aggiudicatario.

Ricordiamo il criterio di efficienza dell’economia enunciato da Paul Samuelson primo premio Nobel dell’economia 1948 nei riguardi della scarsità dei beni: efficienza: miglior utilizzo delle risorse economiche per soddisfare i bisogni e i desideri degli individui; un sistema produce in modo efficiente quando non è in grado di migliorare le condizioni economiche di un individuo senza peggiorare quelle di altri”.

La legge contro il caporalato c’è dal 2015 ma occorrono gli ispettori del lavoro per la sua applicazione. Sembra che Di Maio a fronte della tragedia abbia formalmente preso l’impegno per un concorso straordinario di ispettori del lavoro.

Marcinelle 1956: 256 minatori morti di cui 132 italiani

La tragedia di Marcinelle 1956 fu derivata dalla mancanza di sicurezza assoluta. Il Belgio aveva carbone l’Italia no e lo voleva a basso prezzo. Quindi la galleria per far salire il carbone era la stessa che utilizzavano i minatori per scendere e per risalire. In questo unico buco era pompata l’aria che serviva ai minatori per respirare. Un carico di carbone andò a sbattere contro la parete nella quale passavano i cavi per la corrente necessaria a far funzionare l’ascensore. In pratica prese fuoco l’unica via di uscita che i minatori avrebbero avuto per risalire dai circa 1000 metri sotto terra alla superficie. Il governo italiano di allora che aveva fatto pubblicità per favorire la migrazione di lavoratori, non si curò affatto negli accordi con il governo belga di questioni di sicurezza dei lavoratori, che naturalmente vivevano in baracche e non integrati fra la popolazione locale. 252 i deceduti di cui 136 italiani

Governo Conte, pensaci tu!

Governo Conte, pensaci tu!

Giornata mondiale contro gli infortuni sul lavoro

 


Giornata mondiale sulla sicurezza del lavoro

Poiché sono stato istruito dal mio datore di lavoro sulla sicurezza del lavoro con diversi corsi, posso confermare che l’Italia ha una legislazione all’avanguardia. Almeno questo appariva 30 anni orsono.

Già da allora agli istruttori erano mosse delle domande circa i controlli e gli istruttori sostenevano che dovevano essere ancora attuati. Controlli circa la effettiva iscrizione dei dipendenti sia all’INPS sia all’INAIL. Controlli circa le istruzioni che sono impartite per i diversi cicli di lavorazione sia nei cantieri edili sia in agricoltura, ove maggiormente si annoverano gli incidenti. Quando è stato emanato il jobs act non credo che siano state richiamate le norme antinfortunistiche soprattutto per la introduzione della varie forme dove la fretta è quella che i controlli dovrebbero cercare di rimuovere. Si spera che il jobs act abbia i dovuti decreti legge che possono collaborare con i controlli e provvedere al reinserimento del lavoratore nel mondo produttivo dopo aver perso il posto.

Per quanto riguarda il Pd questo potrebbe collaborare con il m5s alle modifiche con decreti leggislativi e rendere più severi i controlli tenuto conto  che  aveva intenzione di inserire per legge il salario minimo, come fece a suo tempo in Inghilterra Margaret Thatcher.

Per quanto riguarda le statistiche sugli infortuni sul lavoro in sede europea siamo sotto la media

Martin Luther King: Assassinato 50 anni fa.

Martin Luther King

Il 4 aprile 1968 Martin Luther King fu assassinato a Memphis, nel Tennessee, con un colpo di fucile, mentre era affacciato al balcone di un albergo. Il suo assassino, un bianco, dichiarò di aver agito da solo.

Questo paragrafo commemorativo è stato copiato dall’enciclopedia ragazzi Treccani on line.

One Man. One March. One Speech. One DreamDal 28 agosto 1963 l’espressione «I have a dream» è diventata un’icona universale. In un discorso di 17 minuti (vedi un estratto video qui sotto), il reverendo Martin Luther King ha condensato la potenza del suo messaggio, affidandolo ai posteri. Da quel momento la lotta contro il razzismo e la segregazione razziale non è stata più la stessa. Ha trovato nuova forza, radici e soprattutto un simbolo. Il discorso pronunciato davanti a 250.000 persone è stato uno dei più studiati (e copiati) della storia. Linguisti, filosofi, ghostwriter, teologi, esperti di comunicazione lo hanno sezionato e analizzato da qualsiasi prospettiva. In Italia si ricorda questa grande persona, in un momento che rende ancor più attuale il suo pensiero nel nostro Paese.

A distanza di 50 anni

è in atto una perdita di diritti civili, con quella discriminante che aveva intuito lo stesso Martin Luther King e cioè i diritti economici. In Italia di recente sono state attivate con la legge Jobs act delle forme contrattuali di lavoro a tempo determinato con la variante intermittente, meglio conosciute come a chiamata.

Nel 2017 l’albergo aveva una convenzione con una cooperativa di servizi che assumeva i dipendenti con contratto di lavoro a tempo determinato. Il lavoratore aveva un tot di ore giornaliere, 6 ad esempio, orario di inizio lavoro  e quello di termine, le ore compiute in più erano retribuite come straordinario, con riposo settimanale prefissato. Salario di 1.050€ mensili dimostrabile con statino.

Nel 2018 l’albergo ha cambiato la cooperativa fornitrice del servizio pulizia alle camere. Questa ha fatto sottoscrivere ai propri dipendenti un “contratto di lavoro intermittente a tempo determinato” con la caratteristica che alle 2 di notte  al lavoratore arriva un messaggio per entrare al lavoro alle 7,30 ; alle 8,30; alle 9.00, senza sapere quando l’orario termina.

Per effettuare un lavoro sono previsti dei minuti, esattamente 25 per sistemare a fondo una camera di albergo, con cambio lenzuola. Retribuzione 6.22 ogni ora. E, sebbene non sia mai stata dimostrato che si possa compiere il lavoro per una camera entro i 25 minuti, il tempo impiegato in più non è riconosciuto! Con lo statino del salario a 320€ mensili.

A distanza di 50 anni il sogno di Martin Luther King per l’acquisizione dei diritti economici da tutti gli abitanti del pianeta indipendentemente dal colore della pelle non si è ancora realizzato . In Italia, sebbene sia stata approvata una legge contro il caporalato, è stato fatto sottoscrivere un contratto che ricorda la schiavitù.

La domanda è spontanea: può essere applicata al contratto ad intermittenza a tempo determinato la legge contro il caporalato?

Renzi eletto senatore, pur avendo fallito con la sua politica.

Il ridimensionamento elettorale del P.D. affonda le radici nel non aver tutelato, con le riforme attuate, gli interessi sia degli iscritti che dei simpatizzanti. Esempi:
• Disabili: con l’introduzione dell’ISEE , è stata di fatto tolta la disabilità a coloro che hanno un reddito superiore ai 22.000€;
• Per chi è assoggettato al prelievo delle imposte da parte del sostituto è stato realizzato il 730 precompilato;
• Non è stata attuata la fatturazione elettronica fra privati al fine di contrastare la corruzione, l’evasione ed elusione dell’IVA affinché potesse essere realizzato quanto previsto all’art. 53 della Costituzione.
• Ai pensionati con pensioni superiori a tre volte il minimo è stata ridotta la percentuale di adeguamento alla inflazione;
• I pagamenti in moneta sono stati elevati a 2999€, da 999€;
• Il lavoro è stato mercificato con la abolizione dell’art. 18 dello statuto dei lavoratori;
• Il tutto quanto sopra combinato con la elargizione di bonus come gli 80€ in alternativa ad investimenti ha portato ad una ripresa per il 2017 al 1,5% del Pil mentre la media europea è stata del 2,4% . C’è da pensare che tale percentuale fosse raggiungibile, senza i bonus temporanei ed il jobs act, perché l’Italia è aggangiata al treno europeo.
Per quanto riguarda il jobs act risulta interessante l’applicazione del  quadrato semeiotico in modo da evidenziare  la situazione snaturata ove l’ibrido che si riproduce. Ad esempio i voucher, come ha sempre affermato il ministro del lavoro, erano stati ideati per studenti e pensionati dediti alla vendemmia, vennero applicati in tutti i casi. Cessati i voucher, sono stati sostituiti dal lavoro a chiamata senza una prestazione oraria, ma per un quantitativo eseguibile in tot minuti; questo tipo di lavoro sta sostituendo  il lavoro a contratto determinato.

Spiegazione quadrato semeiotico

!Spiegazione quadrato semeioticoquadrato semeiotico lavoro

Ne 2017 il contratto i dopemdenti che lavoravano allo stessi albergo avevano pi ùil contrarrto a tempo determinto ed alcune a tempo indeterminato . L’orari era a tempo 8.30 – 14.30 per un numero di circa 100 cmere da rifare di fondo e da ririrare le coperte e le pulizie, La retribuzione era sue 1050€ mensili.

Il contratto 2018 a intermittenza atempo determinato qui riportato:

Oggetto: assunzione con contratto di lavoro INTERMITTENTE A TEMPO DETERMINATO

Secondo quanto concordato verbalmente, Le confermo la Sua assunzione con contratto di lavoro a
tempo determinato, ai sensi della legge, alle seguenti condizioni:
1) Tipologia assunzione:
[X] intermittente a tempo determinato dal 21/01/2018 AL 30/03/2018
2) Ipotesi oggettive o soggettive contrattuale
Il presente contratto è definito per lo svolgimento di prestazioni di lavoro INTERMITTENTE
[ ] soggetto con meno di 25 anni;
[ ] soggetto con più di 55 anni, anche pensionato;
[ ] per periodi predeterminati nell’arco della settimana, del mese o dell’anno (art. 37 D.Lgs n°
276/2003)
[ x ] ricorrendo la seguente ipotesi di: Personale di servizi negli alberghi,negli uffici e negli
agriturismi, individuata dalla legge;
[ ] secondo l’esigenza ___________________ individuata dal CCNL ______________________
3) Trattamento economico e normativo
Il lavoratore ha diritto ad un trattamento economico proporzionalmente alla prestazione lavorativa
effettivamente eseguita, e normativamete fissato dal CCNL PULIZIE INDUSTRIA con qualifica di
dipendenti dalle imprese industriali esercenti servizi di pulizia – ADDETTA ALLA PULIZIA
DELLE CAMERE, 1 livello, periodo di paga mensile, i ratei di TFR saranno liquidati
mensilmente.
Lei avrà diritto alla corresponsione dei ratei di mensilità aggiuntive, ferie e permessi in proporzione
alle ore effettivamente lavorate.
4) Trattamento economico e normativo per i tempi di non lavoro
Durante il periodo in cui resta disponibile a rispondere alla chiamata del datore di lavoro il
lavoratore non è titolare di alcun diritto riconosciuto ai lavoratori subordinati, né matura alcun
trattamento economico e normativo, diretto e/o indiretto, salvo l’indennità di disponibilità nel caso
in cui lo stesso abbia accettato tale condizione.
5) Periodo di prova
Il periodo di prova avrà la durata di 26 giorni di lavoro effettivo ai sensi del CCNL PULIZIE
INDUSTRIA. Di cui 02 giorni di affiancamento non retribuito per presa visione dei luoghi di
lavoro. Durante il periodo di prova sussistono tra le parti tutti i diritti e gli obblighi del presente
contratto, salvo quanto diversamente disposto dal contratto stesso. Durante il periodo di prova la
risoluzione del rapporto di lavoro potrà aver luogo da ciascuna delle parti in qualsiasi momento
senza preavviso ne indennità per la risoluzione stessa.

6) Sede di lavoro
La sua sede di lavoro è TOSCANA
Accetta e conferma sin da ora di essere disponibile a svolgere attività su luoghi diversi, qualora
esigenze aziendali lo richiedessero e motivate, come previsto dalle normative vigenti in forma
scritta.
7) Misure di sicurezza
In ragione dell’attività lavorativa che dovrà svolgere le saranno impartite le istruzioni necessarie per
l’utilizzo delle attrezzature di lavoro al fine di prevenire i rischi per la sua sicurezza sul lavoro e la
sua salute;
8) Rinvio
Per quanto non specificatamente disciplinato si applicano le disposizioni di legge del Ccnl Pulizie
Industria applicato
9) Prestazione lavorativa
La prestazione lavorativa viene richiesta:
[x] nei seguenti giorni della settimana dal Lunedi alla Domenica con turno di riposo
variabile a seconda l’esigenza della struttura, che le verrà comunicato
preventivamente almeno 2 gg prima di settimana in settimana dal Gestionale.
Il dipendente si dovrà attenere alle direttive solo ed esclusivamente del gestionale di
zona o di cantiere a seconda delle esigenze della struttura e degli usi del posto di
lavoro, senza interferire con il personale della struttura (Direttori, Governanti,
receptionist ecc.)
10) Divieto di concorrenza.
Lei svolgera’ la propria attivita’ nell’interesse esclusivo dell’azienda e per tanto si obbliga a non
svolgere attivita’ in concorrenza anche potenziale con l’attivita’ svolta dalla Societa’, salvo
specifico accordo scritto dalle parti.
11) Obbligo di risposta alla chiamata e Garanzia di disponibilità
Per la durata del presente contratto il lavoratore:
[ ] garantisce la disponibilità al datore di lavoro per l’eventuale chiamata in servizio per i periodi
indicati al punto 9) oppure per il mio periodo dal _____________ al ________________ e dalle ore
___ alle ore _____
[X] non garantisce la disponibilità al datore di lavoro per l’eventuale chiamata in servizio.
Nel caso in cui il lavoratore si impegni a rispondere alla chiamata si rendono applicabili le
disposizioni relative alla disponibilità riportate al paragrafo “disciplina della disponibilità”.
12) Obbligo di Riservatezza
Lei è tenuta a rispettare scrupolosamente l’obbligo di riservatezza cosi come disciplinato dall’art
2105 del Codice Civile. Durante e dopo la fine del contratto Lei si impegnerà a non comunicare a
terzi alcuna informazione che potrebbe riguardare le sue funzioni, l’attività svolta o su quello che
riguarda l’organizzazione della Società, le sue relazioni commerciali e i suoi metodi di lavoro.
13) Obbligo di comunicazione variazioni domicilio e codice IBAN entro 7gg
Sarà vostra cura comunicare entro 7gg ogni eventuale variazione del domicilio e IBAN per la
corresponsione dello stipendio. Nessun addebito potrà essere richiesto all’azienda per pagamenti
delle retribuzioni effettuate in ritardo conseguenti alla mancato comunicazione dei suddetti dati.

14) Pagamento della retribuzione
Il pagamento della retribuzione verrà effettuato tramite bonifico bancario dal 20 al 25 del mese
successivo.
15) Obbligo di comunicazione di indirizzo Email entro 7gg
è tenuta a comunicare all’azienda un indirizzo Email entro e non oltre 7 gg al fine di ottenere le
credenziali per poter accedere al portale aziendale su il quale vengono caricate le buste paga.
16) Cartellino
Il dipendente dichiara di aver ricevuto n° 01 cartellino di riconoscimento e di tener cura dello stesso
assumendosi la responsabilità di portarlo con se nei luoghi di lavoro.
17) Divisa
Il dipendente dichiara di aver ricevuto N°1 divisa ufficiale dell’azienda che dovrà essere
obbligatoriamente indossata durante il servizio, il costo della quale, pari a € 40,00 che verrà
trattenuto dalla prima busta paga.
18) VISITE
Le visite mediche obbligatorie e l’eventuale attestato HACCP saranno a carico del dipendente e
saranno addebitate nella busta paga.
19) Il Dipendente dichiara di aver ricevuto la seguente modulistica:









Lettera sulla Privacy
Mod. cod Iban
Regolamento interno
Mod. Erogazione Credito
Mod. consegna Cartellino di riconoscimento e Divisa
Mod. trattamento TFR.
Dichiarazioni delle detrazioni fiscali
Mod. Ferie
Mod. Comunicazione indirizzo Email

————————————————————————————————————————
Data 22/01/2018
________________________________
(Il Rappresentante della Ditta)
ACCETTAZIONE
Il sottoscritto Lavoratore ACCETTA le CONDIZIONI sopra esposte e DICHIARA di aver
RICEVUTO “copia della presente in data ODIERNA.
___________________________________
(La Lavoratrice)

IL contratto non riporta né il tempo di impiego né la retribuzione elementi essenziali tanto di ritrenersi nullo.

L’applicazioe pratica di questo contratto è delegata alla governente  che ritiene che una camera debba esssere sistemate il 25 minuti. A rispetto di questo tempo nè la stessa governante ne altri hanno mostratto come può esssere sistemata una camera in 25 minuti.

Anche la governante ha data informazione che il pagamento avviene a numero di camere sistemate, una ogni trenta minuti,con una retribuzione oraria di 6.40€.(con tale afferma la governante debbono essere sistemate due  due camere, con cambio totale delle entrambe le lenzila ogni volta). In effetti l’anno prima nello stesso albergo con una cooperativa applatatrice le pulizie  che aveva dipendenti sia a tempo infeterminato sia a tempo determinato erano previsti 40 minuti per ogni camera tenuto conto che metà erano da cambiarsi le lenziola e metà da solo rassettarsi. La dipendente in oggetto con una prestazione lavorativa della ore 8.30 alla 14. percepiva 1000, 1050 € mensili.

Con questo nuovo contratto il primo mese ha percependo  poco più di 250€ a fare lo stesso lavoro, con lo stesso impegno lavorativo in ore esptetate.

 

Essendo 8 le camere assegnate a ciascuna cameriera 8  questa perepiteberre in totale

 

Viceversa il tempo impiegato a sistemare una camara è di 40 minuti se rifratta di fondo e dei 30 miniti se vanno solo rittirate le lenzuola.

 

 

 

https://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-C-1/tipologie-di-contenuto-C-6/sorveglianza-sanitaria-malattie-professionali-C-60/-articolo-19-n.-6/2014-visite-mediche-effettuate-fuori-dall-orario-di-lavoro-AR-14564/

Presa diretta : Contratto determinato 74%, da quali contratti a tre mesi e tre giorni e lavoro a singhiozzo

Questa anticipazione della trasmissione di presa diretta del 18_02_17 rai 3 tv, mi ha stimolato a seguire la trasmissione con sommo interesse.

Questa anticipazione mi ha stimolato a seguire la trasmissione con sommo interesse, che qui si ripropone.

Dopo aver rivisto la trasmissione mi è venuta in mente la recente legge detta sul caporalato , della quale sono andato a vedere cosa dice:

http://www.ilpost.it/2016/10/19/cosa-dice-la-nuova-legge-contro-il-caporalato/

“Il disegno di legge, poi, aggiunge il delitto di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro tra i reati per i quali (in caso di condanna o di applicazione della pena su richiesta delle parti) è sempre disposta la confisca obbligatoria del denaro, dei beni o delle altre utilità di cui il condannato non possa giustificare la provenienza. La nuova formulazione prevede di base la reclusione da uno a sei anni e una multa da 500 a 1.000 euro per ogni lavoratore reclutato. “

Questa è la domanda che ho posto su facebook alla cgil :

Ho veduto presa diretta del 17 febbraio 2017 ed in merito alle condizioni di sfruttamento dei lavoratori, di questa GIG economy, con tangenti a versare il 20% a chi procura loro lavoro amezzo un programma di adesione allo smartphone potete ravvisare lo sfruttamento in base alla legge 29 ottobre 2016 n.149 caporalato?

I commenti li lascio agli elettori per quello che dovrebbero essere le modifiche da portare al jobs act. e soprattutto non astenersi dal voto perché è importante mettere un punto fermo sulla qualità del lavoro che possa assicurare una vita degna di essere vissuta.