E’ la storia del cartone che si ripete?

E’ la storia del cartone che si ripete?

Per la spedizione in Russia seconda guerra mondiale centomila soldati furono forniti di scarponi dalle suole di cartone.

Ai circa centomila poliziotti sono fornite fondine pure di cartone: “La fondina stessa sarebbe di un vecchio modello, in cartone pressato e facile da staccare

Si confida che la magistratura faccia chiarezza su questo terribile dubbio che con il cartone non vi sia stata  la stessa corruzione, oggi come lo fu allora, sempre su centomila servitori dello Stato.

Fine vita sentenza della Corte Costituzionale

Un anno è passato da quando la C.C. ha richiesto una legge per il fine vita. Il parlamento, rimbalzando la iniziativia fra senato e camera, ha deciso di non decidere. La C.C. ha deciso ponendo delle condizioni di salute del paziente. Proprio la associazione dei medici dice che sia un pubblico ufficiale a prendersi la responssbilita del suicidio assistito. Ora i cittadini che hanno votato, appena poco piu del 50% ed eccovi la necessità di votare perché altri non scelgano per voi, attendono da questi parlamentari la legge.

Flat tax e autonomie regionali. Salvini ha sfiduciato il governo l’otto agosto

Il giorno 8 agosto il ministro Salvini staccò la spina al 2 basata esclusivamente sulla sicurezza dalla immigrazione, alla quale l’Europa tutta non si era mai interessata, e alla ripartizione degli immigrati aveva portato al raddoppio dei voti conseguiti alle elezioni politiche. Il M5s viceversa aveva perduto, ovvero dimezzati i consensi ottenuti alle politiche. Il ministro Salvini forte del risultato elettorale forza il governo Conte con la flat tax e le autonomie regionali, richieste che Salvini si era accorto di non poter ottenere. Così si sgancia certo di andare alle elezioni. Il giorno 11 agosto pubblicai questa riflessione: al debito pubblico può essere applicato il sovranismo ?

Per ogni finanziaria italiana occorre sempre mettere in conto 80 miliardi per rimborsare gli interessi sul debito pubblico. Tale cifra non è mai esatta perché può oscillare in più o in meno di circa 10 miliardi in relazione allo spread con il quale giocano gli investitori finanziari. Questo spread era salito a 290 punti quando Salvini e lo stesso Di Maio volevano forzare con l’Europa il rapporto fra il debito pubblico ed il pil.

Per primo il parlamentare Armando Siri, ideatore della flat tax e rivelatosi vero esperto in mutui con scarsa garanzie. Per secondi gli altri economisti quali Borghi e Bagnai perché non hanno battuto la strada del sovranismo del debito pubblico italiano sottraendolo dalle grinfie della speculazione finanziaria?

Giornata mondiale del creato

Salutiamo con entusiasmo questo in tervento di papa Francesco s favore del pianeta. Si confida che le sue preghiere possano essere ascoltate da chi ha il potere di invertire questa non rieviabile rotta per far tornare abitabile il pianeta terra non solo nel futuro ma anche nel presente.

Un’interessante studio è pubblicato dal fatto quotidiano circa le previsioni dell”innalzamrnto delle acque nel 2050 e 2100

Sant’Anna di Stazzema: “Chi dimentica è più debole”

Sant’Anna di Stazzema, Mattarella: ‘Chi dimentica è più debole’

Il capo dello Stato invia un messaggio in occasione dei 75 anni della strage nazista.

“Il 75/o anniversario dell’atroce eccidio di Sant’Anna di Stazzema (Lucca) è giorno solenne di raccoglimento e di memoria. In quel terribile 12 agosto 1944 furono massacrate 560 persone inermi, tra queste 130 bambini: non dovrà mai essere dimenticato quanto è accaduto perché chi dimentica è più debole, più esposto ai pericoli che intolleranza, ostilità, violenza ripropongono”. Così il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio per il 75/mo della strage. “Sono esemplari la tenacia e la forza morale con cui la comunità di Sant’Anna ha saputo tenere vivo il ricordo, trasmetterlo ai più giovani, trasformare quella ferita profonda in un impegno di ricostruzione, di convivenza, di sviluppo democratico. E’ questo lo spirito che ha animato l’Italia della Liberazione, della Costituzione, dell’affermazione dei diritti inviolabili. E’ lo spirito dei fondatori dell’unità europea”, “di quei valori abbiamo sempre bisogno, oggi come allora” ha scritto sempre Mattarella.

Al debito pubblico italiano può essere applicato il sovranismo?

Sia durante la campagna elettorale, sia dopo le elezioni del 4 aprile 2018, lo spread era notevolmente aumentato fino a 290 punti tanto da far pensare che i mercati condizionassero i governi da approvare nel parlamento influenzando i risultati elettorali.

Lo spread non è altro che la misura della fiducia sulla politica governativa sugli investimenti sulla quale le agenzie di rating assegnano la valutazione fino al default con la conseguenza che i titoli sono considerati carta straccia, la Grecia ci è passata con tutte le tragiche conseguenze. Ciò perché il finanziamento è richiesto agli investitori finanziari in un mercato ove i tassi per i loro affari debbono subire delle oscillazioni in modo da acquistare e vendere e guadagnare sulle differenze di valore.

In Italia chi si rivolge ad una banca deve tener conto dello spread ovvero di un aggio aggiunto al tasso di interesse, inoltre i risparmi investiti in BTP diminuiscono di valore. Come può un imprenditore intraprendere una qualsiasi attività senza una stabilizzazione dei tassi almeno nel medio periodo?

La politica della BCE è di stampare moneta per aumentare l’inflazione e stimolare gli investimenti, ma quando l’economia non cresce tale moneta non raggiunge l’economia reale, finanziamento alle imprese, ma si disperde nei rivoli delle attività finanziarie.

Occorre ritornare al circuito virtuoso che sia il risparmio a finanziare le imprese e togliere questa spada di Damocle dello spread, in modo da far ritornare la nostra economia competitiva nei confrnti di quelle francese e tedesca. Questa operazione non fu fatta dal governo Monti ed è quello che tutti i politici italiani debbono fare prima di andare alle elezioni.

Fino agli anni 80 i titoli del debito pubblico erano acquistati dagli investitori italiani per collocarci i loro risparmi. Gli italiani hanno risparmi notevoli e sarebbero ben lieti a ritornare a staccare le cedole degli interessi sui loro risparmi. Adesso solo una minima percentuale di titoli hanno le cedole per essere graditi dai risparmiatori. Coloro i quali comprano i titoli del debito italiano sono degli speculatori, che in funzione delle oscillazioni dello spread e quindi dei tassi comprano e vendono.

Lo stato italiano non può stabilire quanto dovrà sborsare per rinnovare il debito alla scadenza, con tutte le conseguenze per stabilire il DEF , o bilancio di previsione dello Stato.

Nel 2019 sono ancora da rinnovarsi titoli in scadenza per 125 miliardi, come da calendario che si rivolge agli investitori, diversi dai risparmiatori. Occorre per quest’operazione rivolta ai risparmiatori italiani una disposizione legislativa? Se sì ben venga questo governo per realizzare la stabilità economica sul debito pubblico, assieme a neutralizzare l’aumento dell’Iva per il 2020. Nonché introdurre la moneta elettronica a seguito dell’emissione di fatture economiche per ridurre l’evasione dell’Iva. .

.

Bombe atomiche su due città giapponesi agosto 1945

Non è dato conoscere se dopo la bomba sganciata su Hiroshima al Giappone fu intimata la resa, pena l’altro bombardamento atomico del 9 agosto 1945 su Nagasaki.

Certo l’attacco di Pearl Harbour fu vendicato perché avvenne prima della consegna della dichiarazione di guerra.

Fascismo e Nazismo alla resa dei conti.

In Italia il re con il suo staff politico Acquarone fu preceduto dall‘ordine del giorno Grandi che estromise Mussolini dal governo, il 25 luglio 1943. Mussolini destituito fu poi arrestato per ordine del re.

In Germania appena un anno dopo il 20 luglio 1944 avvenne l’attentato a Hitler con l’operazione Valchiria.

Minibot proposti da C. Borghi e le cambiali tratte previste dal codice civile.

Minibot proposti dal ministro Claudio Borghi per dilazionare ulteriormente i debiti della pubblica amministrazione.

53 miliardi: a tanto sembrano ammontare i debiti da parte dei creditori. Altri dicono che non superano i 20 miliardi. Questa incertezza deriva dal fatto che i pagamenti alle imprese sono ritardati per le procedure di accertamento ai pagamenti stessi.

I minibot dovrebbero avere un taglio di 5.000€ ciascuno. In pratica aggiungono al debito pubblico altro debito pubblico una volta messi in circolazione.

Il no del ministro del bilancio Tria.

Perché i creditori dello Stato non rispondono come traenti e benificiari “me medesimo” con la emissione di cambiali tratte in cui sia computato nell’importo il bollo pari al 12% posto a carico dello Stato trattario ed accettante della stessa cambiale tratta?